C’erano giochi d’infanzia che erano davvero crudeli (alro che che quello della bottiglia) e che richiedevano fegato e veri uomini

Uno di questi era :

 

 

 

RE BOIA

Re Boia era un gioco intelligente, di strategia e abilità nella gestione delle proprie articolazioni. Gioco di gruppo attuo allo stesso tempo a socializzare e a determinare il più forte del branco

Occorente

  • Un pacchetto di sigarette (preferibilmente Malboro)
  • Un numero minimo di bipedi senza cervello e senza paura

Regole Del Gioco

A turno i partecipanti sono tenuti ad effettuare il lancio. Si appoggia il pacchetto sul bordo del tavolo di modo che ne spunti quasi una metà. Da sotto con le dita bisogna dare un colpo dal basso verso l’alto con uno “tippete” dato dallo schiocco delle dita (pollice e indice) facendo rotolare il pacchetto il quale deve ricadere sul tavolo.

 

Chi fa cadere il pacchetto in piedi (con il lato piu’ piccolo adiacente al tavolo), e con l’apertura verso l’alto è il Re Boia.

 

 

 

Chi fa cadere il pacchetto in piedi (con il lato piu’ piccolo adiacente al tavolo), ma con l’apertura in basso è il Re.

 

 

 

Chi fa cadere il pacchetto di traverso (con il lato laterale lungo adiacente al tavolo), è il Boia.

 

 

 

 

Chi fa cadere il pacchetto sdraiato (il lato più esteso adiacente al tavolo) è Schiavo.

 Chi fa cadere il pacchetto fuori dal tavolo è Schiavo.

 Chi non fa fare almeno un giro completo al pacchetto mentre è in aria è Schiavo.

 

Re Boia e Schiavi

Il concetto è semplice: il Re comanda, il Boia esegue, lo Schiavo subisce, il Re Boia decide ed esegue.
Ogni Schiavo deve ricevere una punizione per ogni Re (pensata dal Re) ed eseguita da ogni Boia. E’ chiaro che se vi sono un Re ed un Boia ogni Schiavo riceve una punizione, se vi sono due Re ed un Boia ogni Schiavo ne riceve due, così come se vi sono un Re e due Boia.
La cosa si complica, per gli Schiavi ovviamente, se vi sono due Re e due Boia, il che significa quattro punizioni. Provate ad immaginarvi quando vi sono quattro Re e quattro Boia.

Gli Schiavi che si sottraggono alle punizioni vengono linciati. I Boia che effettuano le punizioni con troppa leggerezza vengono linciati. I Re che infliggono punizioni particolarmente miti vengono messi al muro. Che cazzo, questo è un gioco da machi.

Nessuno può tirarsi indietro

 Le Punizioni 

Ecco alcune punizioni, a titolo indicativo. I Re hanno sempre il diritto di dare sfogo alle proprie perversioni.

  • Carro armato: Il Boia deve effettuare sulla mano dello Schiavo la simulazione di un carro armato utilizzando le proprie nocche.
  • Ave Maria: Lo Schiavo deve pregare con entrambe le mani a dita incrociate mentre il Boia glie le stringe in una morsa di dolore.
  • Saluto di Spock: Lo Schiavo allarga le dita come durante il saluto di Spock (indice/medio da una parte, ed anulare/mignolo dall’altra), il Boia deve allargare a piacere tale saluto.
  • Hogan: Gomitata sul dorso della mano.
  • Double hogan: Hogan a due gomiti.
  • Il Picchio: Il Boia deve perquotere le unghie dello Schiavo utilizzando le proprie nocche.

La strategia poteva essere sia d’assalto (“faccio male a tutti quando appena ne avrò l’occasione!”) sia contenitiva (“me faccio li cazzi mei e speriamo che se ne ricordino…”).
Il vincitore in genere era nessuno.

 

Alcune partite :

Avvertenze

  • Potrebbe creare gravi lesioni alle  mani  e ad altre parti del corpo ricoperte da adipe.
  • Potrebbe essere la causa della fine di diverse amicizie (grandi amicizie se per passare il tempo a procurasi  dolore  si utilizzano questi mezzucci).
  • Madre natura consiglia di malmenarsi normalmente e di non sprecare energia mentale e fisica impegnandosi in questo “gioco”.

Ps.Thx to D.truglio e Meury per avermelo ricordato

⬇️ Click qui sotto ⬇️ Seguimi su facebook!