X Multiply (エ ッ ク ス マ ル チ プ ラ イ, EkkusuMaruchipurai ) è uno  sparatutto a   scorrimento laterale  pubblicato da  Irem  e simile nello stile al loro precedente  R-Type  . Nel 1998, il gioco è stato rilasciato con  Image Fight  come doublebill di un disco su  PlayStation  e  Sega Saturn  . Nel 2019, il gioco è stato rilasciato sul  PlayStation 4  e  Nintendo switch  come parte di  Hamster Corporation  ‘s  Arcade Archives  serie.

X-Multiply è uno sparatutto simile a  R-Type  con elementi simili; ad esempio, c’è una grande  nave madre  nella fase 2. Queste navi sono in realtà abbastanza comuni negli sparatutto e possono essere viste anche nelle serie di giochi  Gradius  e  Darius  . Ci sono 7 fasi nel gioco. Irem lo ha rilasciato insieme a Image Fight nel 1989, per Sega Saturn e Playstation, sebbene sia apparso anche nelle sale giochi.

X Multiply

X Moltiplica il volantino del gioco.jpgSCHEDA TECNICA

 Sviluppatore Irem 
 Editore  Irem
 Piattaforma  Arcade  ,  Sega Saturn  ,  PlayStation  ,  PlayStation 4  ,  Nintendo Switch 
Pubblicazione
Settembre 1989
  • Arcade
    •  JP  : settembre 1989

    Stazione di gioco

    •  JP  : 19 marzo 1998

    Sega Saturn

    •  JP  : 19 marzo 1998

    PlayStation 4

    • JP  : 8 agosto 2019
    •  PAL  : 8 agosto 2019
    •  NA  : 9 agosto 2019

    Nintendo Switch

    • WW : 8 agosto 2019
 Genere  Sparatutto
Modalità  Giocatore singolo 

Gameplay

Le innovazioni sono concentrate nell’armamentario: il sistema di power-up  con tre differenti armi è simile a quello del suo “predecessore spirituale” (bisogna distruggere alcune navicelle per ottenere il  bonus  che sta portando), l’astronave X-002 abbandona il Force Pod e i Bits della R-9 in favore di due “tentacoli” metallici ottimamente animati. Essi servono ad aumentare la potenza di fuoco, alle due loro estremità vi sono due  pod  che agiscono in contemporanea allo sparo principale, e fungono anche da scudo. Muovendo l’astronave in modo che venga circondata dalle due appendici, esse la proteggeranno da tutti i proiettili vaganti danneggiando nel contempo ogni nemico con cui entreranno in contatto. In pratica, agiscono come il Force e i Bits messi assieme, tuttavia sono in grado di proteggere quasi a 360° piuttosto che solo di fronte e di retro.

Il  gameplay  ricorda molto da vicino quello che accade nella serie di  R-Type . Il fatto che i tentacoli siano così versatili e utili implica che le loro capacità debbano essere messe alla prova. Rispetto a  R-Type , la quantità di proiettili su schermo risulterà molto maggiore. X Multiply richiede riflessi fulminei e colpo d’occhio in grado di fronteggiare l’affollamento quasi costante di  sprites  in ogni momento. X Multiply ha in comune con  R-Type  la difficoltà estrema, i  boss  gignteschi, passaggi in cui sono necessarie delicate manovre per non schiantarsi e un aspetto distintivo del franchise, un gigantesco avversario da sorvolare e distruggere pezzo per pezzo: stavolta, però, non si tratta di una nave spaziale, ma di una mostruosa creatura a sua volta piena di parassiti che, verrà affrontata nel secondo  stage  (se si muore, il  livello  va ripetuto dall’inizio). Nel quinto  stage  abbiamo, nell’ordine, una sezione in cui spostare cristalli indistruttibili distruggendo la massa organica che li sorregge ed evitarli passando attraverso i buchi così creati, e un’altra dove non solo dovremo evitare delle gocce che scendono dal soffitto, ma anche gli schizzi da queste prodotti dal liquido sottostante! Il gioco per essere finito deve essere completato 2 volte di seguito per un totale di 14  stage !

Il concetto di volare attraverso un essere vivente non era nuovo, anche quando X-Multiply è stato rilasciato nel 1989. LIFE FORCE di Konami aveva una configurazione simile, sebbene fosse per metà assurda nell’esecuzione, considerando che hanno semplicemente ridisegnato le aree da Salamander per dare un tema biologico. L’ Abadox di Natsume è simile, anche se le restrizioni del NES hanno impedito che i dettagli diventassero troppo grotteschi. Anche R-Type aveva la sua giusta quota di orrori biologici, sebbene fosse mescolato con i tipici progetti di fantascienza dello spazio esterno.

Dove X-Multiply differisce da questi è che è un’esperienza molto più oscura e orribile. La tavolozza dei colori è più opprimente, e anche se apparentemente stai volando attraverso un corpo umano, raramente si ha la sensazione che tu stia attraversando arterie, intestini o altri organi. (Un’eccezione: parte di un’area si svolge con i villi sullo sfondo.)

Lo stile dei nemici s’ispira a HR Giger, come praticamente ogni altro gioco simile dell’epoca, ma la sua influenza non oscura neanche il gioco. Nella seconda fase, combatti contro una mostruosa “nave da battaglia” simile alla terza fase di R-Type , che possiede un pesce simile. Il nemico finale è una creatura simile a una capra che riposa, che ricorda le immagini di Baphomet. Alcuni dei boss, come il boss di primo livello Hastur e il boss finale Byakhee, prendono il nome da creature dei miti di Cthulhu, anche se i titoli di coda li scrivono in modo sbagliato.

 

Gli artisti grafici di Irem in questo periodo non erano secondi a nessuno e X-Multiply esemplifica questo talento così come tutti i loro titoli. I loro musicisti erano spesso altrettanto eccellenti, anche se raramente sembrano ottenere il merito che meritano. La colonna sonora è lunatica, con il suo sintetizzatore FM un perfetto accompagnamento all’atmosfera inquietante, evitando alcuni dei cinguettii che affliggevano i titoli R-Type dell’epoca. Il suo utilizzo migliore è nel sesto stadio: a metà, lo sfondo diventa completamente scuro, lo scorrimento si sposta verso il basso e la melodia svanisce, quasi completamente silenziosa ad eccezione di alcune percussioni striscianti. Raramente una colonna sonora di uno sparatutto è stata perfettamente programmata per scopi così suspense.

Queste qualità estetiche non andrebbero così lontano solo se il gioco stesso mancasse, ma per fortuna qui non è un problema. Gli sparatutto di Irem in genere possiedono espedienti interessanti che li distinguono dal gruppo. In X-Multiply , la tua nave sviluppa un paio di tentacoli, che sporgono dalla parte superiore e inferiore. Sparano proiettili, insieme al combattente principale, essenzialmente triplicando la tua potenza di fuoco. Ancora più importante, agiscono come una delle armi più potenti del gioco, poiché possono infliggere danni e assorbire la maggior parte dei proiettili.

Per impostazione predefinita, i tentacoli si espandono verso l’esterno, parallelamente alla tua nave, diffondendo il tuo fuoco. Spostati in avanti e si stringeranno insieme, proteggendo la parte posteriore della nave. Spostati all’indietro e proteggerà la parte anteriore. Entrambe le formazioni concentreranno il tuo fuoco in avanti.

Nonostante le sue somiglianze concettuali, i tentacoli sono sostanzialmente diversi dai baccelli Force di R-Type . Nel momento in cui smetti di muoverti, i tentacoli fluttueranno lentamente indietro verso il centro, quindi devi essere in continuo movimento per usarlo come scudo. Premendo avanti e indietro in modo alternato, spazzerà avanti e indietro, una manovra che, se tempestata bene, assorbirà i proiettili che si avvicinano. Riuscire a gestire il movimento dei tentacoli senza schiantarsi è una delle strategie chiave del gioco. Inoltre, rispetto ai pod Force, la loro portata è piuttosto breve, quindi è necessario avvicinarsi affinché siano efficaci.

Come altri shoot’em’up Irem, è abbastanza difficile: un solo colpo ti uccide, non ci sono scudi e una morte ti rimanderà a un checkpoint precedente. Ma mentre devi ancora avere una buona conoscenza della disposizione dei livelli e dei modelli di attacco dei boss, è meno dipendente dalla memorizzazione rispetto a un tipico gioco R-Type . Poiché i tentacoli sono una difesa versatile, c’è anche una maggiore concentrazione di proiettili e proiettili, che accelera il ritmo.

X-Multiply è stato rilasciato nello stesso anno di R-Type II e, sebbene fosse essenzialmente solo un sequel meno ispirato, X-Multiply porta sul tavolo elementi più interessanti e raffinati. È uno sparatutto eccellente che è rimasto tragicamente oscuro, principalmente perché non è stato portato su nessuna piattaforma domestica in quel momento. È rimasto esclusivo per arcade fino al 1998, quando è stato fornito in bundle con Image Fight di Irem come parte della serie Arcade Gears , una serie di porting arcade per PlayStation e Saturn rilasciati da Xing.

Il gioco è praticamente un porting perfetto, con alcune sottigliezze aggiunte, come la selezione della difficoltà, il fuoco rapido e alcuni cheat code. Ci sono alcuni problemi, poiché il gioco occasionalmente rilascia effetti sonori. Tutta la musica è codificata come audio redbook, quindi funziona con qualsiasi lettore CD. Anche la barra di stato non si adatta completamente, quindi è necessario utilizzare i pulsanti di attivazione per rivelarla o nasconderla. La versione PS1 ha una risoluzione orizzontale identica alla versione arcade, mentre il Saturn è più piccolo (384 pixel contro 352 pixel) ma la differenza è trascurabile.

Il gioco stesso è a scorrimento laterale come R-Type  , anche se con una breve area di scorrimento verticale verso la fine del sesto livello. Invece del Force pod, tuttavia, il principale apparato power-up assume la forma di due tentacoli flessibili. I tentacoli sono invulnerabili a tutti gli attacchi nemici e possono essere posizionati con un’attenta manovra dell’X-002. Lo  Xexex di   Konami  si basa sulla fusione di queste armi con il sistema Force di R-Type . Nel gioco per PlayStation 2  R-Type Final  , la nave “RX-12 Cross The Rubicon” utilizza la “Flexible Force”, una forza basata su XMultiply con più o meno gli stessi attacchi.

CURIOSITÀ

  • Pony Canyon / Scitron ha pubblicato la colonna sonora in edizione limitata di questo gioco (R-Type II: G.S.M. Irem 2 – PCCB-00017) il 21 Gennaio 1990.
  • La nave non possiede un dispositivo della Forza  , ma le appendici simili a tentacoli che utilizza sono state successivamente incorporate nella  Forza flessibile  .
  •  Xexex  di Konami utilizza un pod simile alla forza chiamato Flint, che utilizza meccaniche tentacolari simili da X-Multiply.
  • Il titolo è probabilmente basato sull’album X∞Multiplies  degli Yellow Magic Orchestr

Boss Fine Livello

Fase 1: Hostur

Fase 2: Rokusu

Fase 3: Zarikasu

Fase 4: Ghoum

Fase 5: Hidra

Fase 6: Darya

Fase 7: Bykhee

Ricezione

In Giappone, Game Machine ha elencato X Multiply nel numero del 1 ° novembre 1989 come l’ottavo gioco arcade da tavolo di maggior successo dell’anno.

 

VIDEO COMPARAZIONE : ARCADE -SATURN – PLAYSTATION

Sicuramente nulla di eclatante ma dannatamente giocabile e divertente ed un ottim alternativa agli sparefuggi più blasonati

Il gioco e’ ora disponibile sia su Psn store che Nintendo E-shop

PSN STORE

X-MULTIPLY – PSN STORE

NINTENDO E-SHOP

X-MULTIPLY – NINTENDO E-SHOP

⬇️ Click qui sotto ⬇️ Seguimi su Facebook