Come sapete il vostro eroe di quartiere ama cercare i gusti piu strani nei cibi, colleziona kit kat ,pringlese ed amenità varie.

Per caso scopre questa linea di patatine della Despar : Nature & Blue Chips

Dalle scritte in crucco capisco che è un prodotto importato e cerco un attimo su google e scopro tutta la linea premium di queste patatine :

-Nature & Blue Chips

-Nature & Red Chips

-Paprika

-Wasabi chips

-Natural e basta

-Pomodo e basilico

-Rosmarino

 

Di primo acchito  mi chiedo che gusto sia sto blu…e giro la confezione per capire con cosa le abbiano colorate… e con mia sorpresa e mia somma ignoranza scopro che e’ naturale ovvero patate blu , di cui non sapevo l’esistenza.Effettivamente sapevo che molti cibi in origine non erano nei colori che vediam oggi , tipo carote ma non pensavo le patate

I colori della patate

Esistono varietà di patate viola, blu e rosse. Hanno provenienze e caratteristiche anche molto diverse dalle classiche patate bianche o gialle cui siamo abituati. Scopriamo le loro proprietà benefiche, dove sono coltivate e come vengono utilizzate in cucina.

Le patate a buccia scura e di colorazione viola o blu della polpa sono solitamente più farinose rispetto alle classiche patate gialle o bianche.
Andiamo a conoscere alcune varietà di patate viola e blu:

>  Patate viola “velvet Queen”: Questa patata è una varietà con polpa blu e buccia viola. La forma dei tuberi è uguale alle normali patate. La particolarità è nascosta oltre che nel colore blu e viola anche nel sapore che ricorda la nocciola. L’utilizzo è equivalente alle classiche patate.

> Patata “Blu star”: La polpa di questa patata è proprio di colore blu mentre la sua buccia è grigia. La patata Blu star è una varietà che è stata introdotta solo di recente ed è molto simile alle patate classiche a polpa bianca e gialla. L’uso è quindi identico per la preparazioni in cucina.

> La patata vitelotte: Questa patata proviene dalle terre del Perù e del Cile ed è abbastanza difficile reperirla in Italia. Attualmente è coltivata anche in Francia ed è una delle patate più antiche ottenute per selezione naturale e non modificate geneticamente. Viene conosciuta anche con il nome di patata nera o patata viola e differisce abbastanza dalle classiche patate.

La consistenza della polpa è soda, appiccicosa e dopo la cottura è farinosa, mentre il sapore ricorda la castagna. La buccia è spessa, dura e il suo colore è molto scuro tra il nero e il grigio viola. La forma è allungata e rugosa abbastanza bitorzoluta con dimensioni più piccole delle comuni patate. Viene raccolta a fine estate.

L’uso in cucina rimane quello tipico delle patate quindi sia per preparazioni in purea, lesse, fritte, al forno o come ingrediente per altre ricette tradizionali come i gnocchi. Una particolarità di questa patata vitelotte è quella di cambiare colore della polpa una volta cotta infatti diviene da viola a blu e la sua acqua di cottura invece è di colore verde.

Le proprietà delle patate viola e blu

Queste patate hanno proprietà leggermente differenti dalle classiche patate a polpa gialla o bianca ovviamente perché i pigmenti naturali che le donano il colore sono anche elementi nutrizionali di alto valore biologico.

Infatti le patate viola e blu sono ricche di  antocianine , sostanze idrosolubili che fanno parte della famiglia dei flavonoidi. La loro principale attività è di essere dei forti antiossidanti capaci quindi di combattere i radicali liberi e di aiutare a prevenire l’invecchiamento cellulare.

Sono degli antiage molto efficaci e proteggono il corpo anche da molte malattie degenerative grazie appunto alla loro capacità di ridurre i danni al DNA.

A tutti gli effetti sono molecole anticancro che aiutano persino a stimolare la produzione delle citochine necessarie per una buona attività del sistema immunitario.

Le patate rosse

Infine vi sono le  patate a   buccia rossa  con polpa chiara solitamente gialla. In generale hanno un ottimo sapore e alcune sono molto dolci adatte persino per la preparazione dei dolci come le frittelle. La consistenza è leggermente farinosa.

Originariamente le patate dalla buccia rossa sono tradizionali delle terre del Nord Europa dove vengono cucinate mantenendo anche la buccia. Questo perchè proprio sulla buccia sono presenti numerosi principi attivi e sostanze nutrizionali come vitamine , sali minerali e pigmenti naturali che sono benefici per la salute del nostro organismo.

Inoltre come tutte le patate sono ricche in  potassio essenziale per la regolazione della pressione e di vitamina A e C oltre che di molti flavonoidi antiossidanti. Le patate infine regolano persino i livelli di zucchero nel sangue aiutando l’equilibrio dell’ insulina .

Rossa Cetica
Questa patata è una varietà coltivata in Toscana nella zona di Cetica dal quale prende ovviamente il suo nome. Il suo sapore è leggermente salato e risulta quindi molto più saporita di tutte le classiche patate. Questa varietà di patata locale è riconosciuta come patata particolarmente pregiata e ricercata anche dagli chef più rinomati.

ma torniamo a noi le PATATINE DESPAR

 

Come vedete dalla foto la confezione contiene quelle gialle e quelle blu.

La consistenza è quella delle patatine artigianali, spacciate per c’era una volta, ovvero rigide e dure rispetto quelle friabili a cui siam abituati.Non noto nessuna differenza di gusto tra le due varianti.Non sono troppo salate.Il problema e’ che sono dure o meglio spesse e piu’ rigide e quindi inadatte a chi ha una dentatura mediocre,capsule etc… di certo non sono patatine che mandi giu a nastro ma devi masticarle lentamente.Quindi ogni tanto magari puoi comprarle ma se sei abituato a quelle standard non ti piaceranno di sicuro.Il prezzo e’ discretamente elevato  : 1,45e per poco piu di 150grammi

Quantomeno la lista ingredienti e’ breve, patate ed olio in percentuali ridottisime, infatti non sono per nulla unte

Provatele almeno una volta per sfizio nelle loro varianti