Nel mondo dello spettacolo/musica spesso accanto a blasonate star ci son fratelli/sorelle sconosciute ai più. Per esempio ho scoperto che Stallone ha un fratello :!?! che è una copia. Anche nei videogiochi accanto a blasonati titoli ci son giochi molto simili prodotti dalla stessa Software House non meno meritevoli ma poco conosciuti ai più. Vi ricordate l’osannato “SHADOW OF THE BEAST” con tutti i suoi sequel??Ecco Psygnosis rilascio qualche anno dopo un gioco abbastanza simile  al titolo citato con un ambientazione fantasy ma d’ispirazione orientale ( Shadow of the beast era un fantasy d’ispirazione primitiva/ancestrale).

Di che gioco parliamo??? Ma di

 

LEANDER

Leander
Leander.jpg Il livello 3-7 con il boss di fine livello
 Piattaforma   Amiga ,  Sega Mega Drive ,  Atari ST 
Data di pubblicazione  1991 
Genere  Piattaforme 
Origine  Regno Unito 
 Sviluppo   Traveller’s Tales 
 Pubblicazione   Psygnosis ,  Electronic Arts 
 Design  Jon Burton e Andy Ingram
Modalità di gioco  Giocatore singolo 
 Periferiche  Tastiera ,  joystick due tasti
 Supporto   Floppy disk ,  cartuccia 

Pubblicato da  Psygnosis  per  Amiga nel 1991 e successivamente per  Atari ST  e  Sega Mega Drive.La versione St fu convertita da  Philipp Wyatt for W.J.S Design.La versione Megadrive fu rilasciata da Eletronics Arts con il nome “Galahad”

TRAMA

Impersonate un legendario principe, Leander appunto, incaricato di distruggere il perfido Thanatos e riportare la pace nel regno oltre che salvare la principessa Lucanna.Su Megadrive e’ stato rinominato Galahad  e richiama Excalibur in quanto figlio illegittimo di Lancillotto.

l 18mo compleanno della Principessa Lucanna tutto Honshu sembrava essere venuto per festeggiare. Dal momento in cui Lucanna si era alzata a salutare ii nuovo sole, era stata inondata di doni meravigliosi.Draghi avevano danzato per lei , maghi le avevano fatto splendidi incantesimi e una musica ammaliante l ‘aveva accompagnata”dall ‘alba al tramonto. La principessa aveva riso e cantato per tutto que llo che pensava sarebbe stato ii piu bel giomo della sua vita.
Egli emerse dalla fetida voragine dell ‘angoscia. Eretto sulla sua prigione di un tempo, respirò profondamente l’aria fresca e fragrante del nuovo giomo.
Sollevando la sua magnifica testa, Thanatos urlo la sua liberta verso ii limpido cielo azzurro. II suono agghiacciante echeggio sinistramente sulla terra. II tuono rotolò lungo le lontane colline e lazzurro del cielo si oscuro in un grigiore senza vita . Thanatos schiuse gli occhi e sorrise… ‘Libero, finalmente!’.”
Ondeggiando su un etereo tappeto di malvagita assoluta, guardo in basso verso la voragine che lo aveva tenuto prigioniero per cosl tanto tempo ed ebbe un fremito di odio puro. Essi avevano fatto questo a lui. Lo avevano intrappolato con i loro trucchi e le loro menzogne. Bene, adesso era ii momento di vendicarsi. Essi avrebbero provato l’angoscia e il tormento che aveva dovuto subire per i passati mille anni , avrebbero visto la morte in faccia e conosciuto la paura! Sl, avrebbero conosciuto la paura …”
La giomata della principessa era scorsa anche troppo rapidamente e nonostante ella pregasse affinche non finisse mai , il sole aveva cominciato a calare lentamente all ‘orizzonte, segnalando la fine dei festeggiamenti. La musica ora suonava piu dolcemente nelle sale di Kiromo. Non piu draghi danzanti , non piu incantesimi…”non piu doni. Lucanna uscl nel giardino dove al suono dellamusica succedeva il quieto gorgogliare dell ‘acqua che scorre e ii canto degli uccelli che si preparavano alla none.
Un cagnolino che le era stato regalato dalla Cugina Susonne si rannicchio piu stretto al suo collo, come a sfuggire ai brividi del tramonto. Lucanna sedette vicino al ruscello riandando col pensiero alla sua giomata …suoni e colori splendenti si inseguivano nella sua mente, mentre ricordava I’incanto delle ore trascorse.
Thanatos godeva nella scia del vento mentre volava verso ii Tempio di Kiromo. La morte e la rovina lo accompagnavano e la terra che sorvolava moriva; le creature della terra , del mare e dell ‘aria tramutate in una grottesca caricatura di se stesse, mentre trappole mortali si manifestavano nel suolo stesso. Il volo di
Thanatos si fece piu rapido quando scorse Honshu all’orizzonte. La bocca gli si inumidi nel pregustare la vendetta, si, la vendetta avrebbe avuto un sapore dolce.”Lucanna accarezzo ii cagnolino osservando ii giardino che lentamente svaniva nel grigio della sera e, canticchiando”
“sommessamente a bocca chiusa, si stacco dall ‘eccitazione della giornata .
II cagnolino salto improvvisamente in piedi con le orecchie tese.
Lucanna monnoro rassicurante all ‘animaletto, ma anche lei aveva sentito qualcosa di strano nell ‘aria. freddo che l ‘aveva invasa”
all’ improvvi so era intenso e aderiva stranamente alla sua pelle. Un inatteso vortice di vento l ‘avvolse, piegando gli alberi e gli arbusti c scalzando i fiori mentre spazzava ii giardino.”
La paura le attanaglio la gola. Il cane abbaio sfuggendole dalle mani. Lei cerco di inseguirlo ma il vento era troppo forte da combattere.
Sei sicuro di non voler fare !’ultimo tumo, Leander? Ho saputo che la principessa e in giardino.,
‘Si. E potrebbe servirle una mano per controllare quella bestiaccia che Susonne le ha regalato per ii compleanno!’
Ma dai, Leander, perche non ammetti di essere innammorato della Principessa Lucanna?’E di sognare di sposarla.’

Grafica e sonoro

AMIGA

Design, codice e grafica  Andy Ingram ,  Jon Burton 
Design creature  Simon James 
Musica & FX  Tim Wright ,  Lee Wright ,  Matthew Simmonds ,  Jon Burton 
Manuale  Nik Wild 
Prodotto da  Steven Riding 
QA  Greg Duddle ,  Christopher Stanley ,  Nick Burcombe , Jamie
Ringraziamenti  Chris Wylie ,  Martyn R. Chudley ,  David Jones 
Cover  Tim White  (senza crediti)

MEGADRIVE/GENESIS

Game Design  Jon Burton ,  Andy Ingram 
Programmazione  David Dootson ,  Jon Burton 
Produzione  Keith Francart 
Vice produzione  Lon Meinecke 
Graphica  William Thompson ,  Andy Ingram 
Musica/effetti sonori Krisalis Software,  Matt Furniss ,  Shaun Hollingworth 
Direttore Tecnico  Lon Meinecke 
Manager produzione  Lesley Mansford 
Design  James C. Blair 
illustrazioni  Randy Berrett 
Direzione artistica  Nancy Waisanen 
Manuale  Marti McKenna 
Grafica manuale  Evelyn Spire 
Test prodotto  Jeff Glazier 
Test qualità  Jim Newman ,  Eric DeSantis 
Ringraziamenti  Paul Vernon  (GALAHAD schermo titoli),  David Jones  (Uso dei Lemmings),  

Martyn R. Chudley  (Uso grafica di Killing Game Show )

Come da Tradizione Psygnosis e’ presente una breve intro animata stile anime.Graficamente siamo su altissimi livelli ,Personaggi e nemici dettagliati di grandi dimensioni ed ottimi sfondi.Se proprio vogliamo trovare dei difetti come spesso accade le animazioni sono in stile psygnosis ovvero un poco legnose e le esplosioni o i colpi verso i nemici non propriamente entusiasmanti visivamente.Inoltre i mille livelli di parallasse di shadow of the Beast sono praticamente scomparsi.Ottime le musiche specialmente quella del primo mondo anche se nel complesso meno evocative di Shadow of the Beast.Si deve prutroppo scegliere nel gioco tra solo musica o solo effetti sonori.Le musiche sono composte da Matthew Simmonds, Timothy Wright e Jon Burton, autori che in Leander realizzano sinfonie avvolte in un’indescrivibile atmosfera onirica.Nel complesso Leander è un gioco che sfrutta in maniera perfetta le capacità dell’ Amiga 500.Ogni livello si svilupperà sia in orizzontale che in verticale,con  un buonissimo level design che non scade mai nel ripetitivo o nello scontato. Un lavoro egregio, non c’è che dire.

Gameplay

L’azione si svolge in 3 mondi di 7 livelli ciascuno. All’inizio di ogni livello viene illustrata la missione, in genere si deve trovare un manufatto e con esso dirigersi verso il portale d’uscita. Durante il gioco si può incontrare un negozio, dove si possono comprare armi, energia e altre cose utili.

L’eroe viaggia attraverso questo gioco d’azione platform, abbattendo creature mutanti di vario genere con una spada. I controlli sono abbastanza semplici e includono saltare, camminare o attaccare. Collezionare icone ti aiuteranno a migliorare la tua armatura, guadagna una vita extra e monete da spendere nel negozio per nuove armi. Assicurati di non raccogliere alcuna icona del teschio, altrimenti chiamerà la Presenza eterea di Thanatos dove dovrai usare le bombe runiche per distruggerla. Dopo aver completato uno dei tre mondi, ti verrà fornita una password in modo da poter riprendere in seguito dopo aver esaurito le vite.La reattività dei comandi è perfetta

I nemici incontrati durante il gioco spaziano da draghi ed elfi a serpenti e lontre giganti. Alla fine di ogni mondo, Leander affronta un boss gigantesco, che deve sconfiggere per entrare nel mondo successivo.

Si ha a disposizione all’inizio una spada e delle bombe esplosive di potenza incrementabili. Fu un successo per via delle musiche d’atmosfera, la grafica e la giocabilità.Il gioco supporta il joystick a doppio pulsante ( ricordiamo che i joystick amiga han praticamente un solo tasto fuoco).

A seconda del livello di difficoltà variano le vite. 7 vite :  Modalità addestramento – 5 vite : Modalità normale – 3 vite : Modalità difficile . A disposizioni 3 crediti per continuare.In modalità addestramento puoi solo accedere al primo mondo.  Durante il gioco sono presenti diverse icone per potenziare l’armatura : Viola 1 punto, Verde 2 punti , Azzurra 3 punti, Argento 4 punti, Oro 5 punti, Nera 6 punti protezione.

ARMI :

  1. DAGA (quella iniziale)
  2. SPADA LUNGA
  3. LAMA TEMPESTA
  4. LAME LEONE

Inoltre è presente l’ARMA SUICIDA.Al costo di una vita permette d’infliggere un numero elevato di danni

MEGA BOSS :

REGINA RAGNO: Per distruggerla parti dalla testa poi la coda poi il ventre

 

LONDRA GIGANTE : Dura da abbattere richiede tantissimi colpi.Mentre i suoi artigli sono letali

 

THANOS: Se non ha la spada piu potente scordati di batterlo

 

Considerazioni

Leander è da considerarsi un titolo esemplare per amiga, uno di quelli che, grazie ad una programmazione ottima, ne mette a nudo caratteristiche e peculiarità. Sviluppato per il chipset originale OCS, Leander è memorizzato su tre floppy disk densi di pura fantasia tramutata in codice. La sperimentazione è alta, la voglia di osare, di spingere su nuovi binari, ben evidente. Traveller’s Tales producono un arcade dalle basi ben collaudati come quella del platform game e dalla chiara ispirazione, c delineandone però i contorni con una significativa impronta adventure, fino ad ottenere una perfetta sinergia tra queste due tipologie di gioco, un dualismo in cui l’una non sovrasta mai l’altra.Gli scenari suggestivi, portano il giocatore a  viaggiare attraverso lande desolate e oscure. L’omaggio al titolo Reflections è tanto evidente quanto affascinante, anche grazie a colorazioni cupe e ad una atmosfera pregna di elementi fantasy stimolanti e mai invasivi. Tutto cullato da una ricchezza di dettagli grafici che scivolano via attraverso un perfetto scrolling , scorrimento privo di qualsivoglia sbavatura anche nelle scene più affollate. Leander, attraverso il suo viaggio, regala dunque grandi emozioni e ottimo divertimento, caratteristica, quest’ultima, che non viene mai meno, anche a fronte di sezioni non proprio facili da superare.Sul fronte audio si rileva la medesima qualità riscontrabile in tutto il resto del prodotto.Di altro livello in entrambi i casi. Per godere appieno dell’esperienza di gioco, tuttavia, consiglio vivamente di settare l’opzione “music” nell’apposita schermata,La difficoltà è media non impossibile e grazie alle pass di fine mondo si riesce ad arrivare agevolmente alla fine.Leander annette qualcosa di importante al classicismo del platform game di consumo, che quantomeno nell’area dei personal computer era rimasto fedele alle due azioni irreversibili mutuate dai coin-op: saltare e sparare. Traveller’s Tales, in un certo senso, evolve i meccanismi del genere preoccupandosi al tempo di rispettarne gli stili e le convenzioni. Ed è per questo che Leander, anche dopo diversi anni, resta l’opera più influente del team inglese.

Curiosità

  • Durante il terzo livello ci si imbatte in personaggi dei videogiochi Psygnosis, come Lemmings ,  The Killing Game Show  e  Ork;
  • Nella sequenza finale appare un testo in cui si legge di una improbabile uscita di Leander parte 2 chiamato Tigrander mai rilasciato.
  • La versione per  Megadrive  venne chiamata The Legend of Galahad o semplicemente Galahad e venne modificata in diverse parti.
  • Lo stile dei personaggi e le scene d’intermezzo richiamano i manga japan
  • Nel gioco Puggsy, originariamente realizzato per Sega Mega Drive, e pubblicato anche da Psygnosis, un livello “extra-segreto” chiamato “Lee and Errr”, a cui si può accedere solo elaborando un’equazione matematica fornita durante i crediti dopo aver completato il gioco della storia, contiene il seguente messaggio scritto a caratteri cubitali sullo sfondo: “Leander è Galahad sul Megadrive”.
  • Leander è il primo gioco di Traveller’s Tales
  • Leander pesca dalla mitologia greca. Il nome del gioco, e del protagonista, viene da proprio dalla narrativa ellenica e più precisamente da Ero e Leandro.
  • Protezione antipirateria : È stato praticato un foro nel disco, che dovrebbe causare un errore. Se questo foro non è presente, il gioco si blocca e si rifiuta di caricarsi. Se questo controllo viene rimosso, il gioco verrà caricato correttamente, ma con un problema. Il giocatore non sarà in grado di superare il livello 4 poiché una delle piattaforme necessarie per progredire ha la sua collisione rimossa. Ulteriori livelli non hanno alcun tipo di terreno, con il risultato che il giocatore cade attraverso le piattaforme. Non solo questo, ma il danno che il giocatore infligge è dimezzato

 

VERSIONE AMIGA

Il gioco venne distribuito su supporto:  dischetto  da 3,5” (3  dischetti ).

 

VERSIONE ST :

Su ST (W.J.S Design) il gioco subisce un notevole ridimensionamento. Gran parte degli sfondi è omessa, lo sprite del protagonista viene ritoccato, il suono risulta anch’esso di minore impatto

 

 

VERSIONE MEGADRIVE/GENESIS

La versione megadrive fu rinominata : “The Legend of Galahad” in europa e semplicemente “Galahad” in Usa.Supporta tutti i 3 tasti del Joypad ed aggiunge i livelli di parallasse e le onde del mare.Per contro l’audio è nettamente inferiore : il chip del 16-bit Sega sono PSG e FM e quello amiga è PCM, ovvero di classe superiore, in quanto in grado di utilizzare sample su 4 canali in stereo. L’unico vantaggio dei chip del Mega Drive è dato dalla maggiore polifonia che, con entrambi, raggiunge i 10 canali… di cui però 3 primitivi toni ad onda quadra, 5/6 in sintesi FM e solo uno PCM, peraltro con rilevanti limitazioni sulla qualità dei campionamenti.

 

 

PROMO PUBBLICITARIA SULLE RIVISTE DEL SETTORE

VIDEO COMPARAZIONE:

 

RECENSIONI :

 Sega Force  May 13, 1993 96/100  
 Mega Drive Advanced Gaming  Nov, 1992 90/100  
 Joypad  Oct, 1992 90/100  
 Mean Machines  Sep, 1992 86/100  
 Player One  Nov, 1992 80/100  
 Power Play  Dec, 1992 71/100  
 Play Time  Dec, 1992 71/100  
 Video Games  Dec, 1992 70/100  
 Sega-16.com  Jul 30, 2009 7/10  
 The Video Game Critic  Apr 21, 2013 B-  

 

 

 

The One ha dato alla versione Amiga di Leander un punteggio complessivo del 93%, definendolo “di classe” e “graficamente sorprendente”, prendendo nota di “tocchi aggiuntivi” come onde dettagliate, cascate e pioggia. The One elogia la grafica colorata, lo scorrimento ‘fluido’ e il gameplay di Leander, affermando che “Leander ha catturato perfettamente il concetto di console … Il controllo su Leander diventa rapidamente una seconda natura, ma è abbastanza sofisticato da consentire il salto in alto e l’arrampicata su scala

 

 

 

 

 

 

 

Alcune recensioni dell’epoca

 

Colonna sonora del gioco :

Colonna sonora Leander

Manuale del gioco :

Leander_manuale_italiano

Mappe del gioco :

leander maps

Cheat Mode

Inserisci una delle seguenti passwords per attivare la corrispettiva funzione trucco.

Effetto Codice
Hearts (Cuori) LUCY
Snow (Neve) SNOW
Rain (Pioggia) SOTB

Trucco esteso

  • Inserisci ”LTUS” come password per le  vite  infinite. Premi [F8] per mettere in pausa il gioco, premi [F6], poi premi “Fuoco” per avanzare al  livello  successivo. Premi da [F2] fino a [F7] per selezionare le varie super armi.

Disattivare trucco esteso

Inserisci ”ESPR” come password. Il trucco sarà disabilitato dopo l’inserimento di un’altro  codice  (per esempio, il codice  livello ). Se vuoi giocare ancora senza trucchi, devi usare il codice ”ESPR”.

Password livelli

Livello Password
2 ZXSP
3 LVFT

La Rom amiga :

Seguimi su Facebook!