Torna l’estate: la noia, le lunghe serate
Passate al macello
All’ammasso
Torna il pallone sull’orlo
Di un quieto crepaccio.
Torna un pensiero di Rivoluzione
La tinta è un po’ amara
Allo specchio
del cesso